Sin.Me.Vi.Co

Sindacato Medici Visiste di Controllo     							

     torna all'  indice del sito

  torna alla sezione  informazioni

  

 

 

Dai colleghi Giorgio fiorito e Tommaso Brancati, 7-17 ott. 2005:

 

 

 

CAMERA DEI DEPUTATI N. 6098


PROPOSTA DI LEGGE D'INIZIATIVA DEI DEPUTATI
CUSUMANO, MASTELLA, ACQUARONE, BORRIELLO, DEFRANCISCIS, IANNUCCILLI,

MONGIELLO, NUVOLI, ORICCHIO, OSTILLIO, LUIGI PEPE, PISICCHIO, POTENZA, SANTULLI
Disposizioni per il riconoscimento ai medici fiscali dell'Istituto nazionale della previdenza

sociale del trattamento normativo ed economico previsto per i medici del Servizio sanitario nazionale convenzionati con le aziende sanitarie locali
Presentata il 26 settembre 2005


ONOREVOLI COLLEGHI ! - Dopo circa dodici anni di precariato nelle liste dell'Istituto
nazionale della previdenza sociale (INPS) - alcuni, infatti, prestano la propria
opera dal lontano 1986 - e a distanza di tre anni dall'approvazione e dalla piena
operativita` delle liste speciali, i medici titolari di incarico fiduciario con l'INPS
(oltre 1.550 in Italia) non hanno ancora ottenuto il riconoscimento di una posizione
giuridica che permetta loro di svolgere la professione con una retribuzione
adeguata e con tutti i presupposti giuridici e pensionistici propri della loro attivita`.

Il rapporto con l'INPS non permette, infatti, ai medici di svolgere qualsiasi altra attivita`
lavorativa anche di collaborazione coordinata e continuativa con un altro datore di
lavoro pubblico o privato. Ne consegue che il medico che svolge la propria attivita`
presso l'INPS non ha la possibilita` di un impegno nella libera professione. Di contro,
il medico e` retribuito « a prestazione » e ha l'obbligo di reperibilita` e di disponibilita`
nei giorni feriali e festivi senza alcuna retribuzione. Oltre a cio` , tale medico
non ha alcun trattamento integrativo e deve sopportare una serie di costi aggiuntivi,
quali l'assicurazione per infortuni sul lavoro, l'assicurazione per la responsabilita`
civile verso terzi lesi durante l'espletamento della prestazione e la contribuzione
pensionistica. L'INPS inoltre ha poteri di controllo e sanzionatori e non.


Atti Parlamentari - 1 - Camera dei Deputati
XIV LEGISLATURA - DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI - DOCUMENTI
e` obbligato a garantire un numero minimo di visite per sanitario su base giornaliera.
Pur essendo l'incarico a tempo indeterminato, l'Istituto non si obbliga a garantire la
permanenza nello stesso per ogni sanitario impiegato, predetermina il trattamento
economico e assegna i controlli da eseguire nella fascia oraria di reperibilita` . L'INPS,
da ultimo, e` esonerato dal garantire la dignita` del medico impiegato per quanto
attiene alla comunita` tipologica dei controlli assegnati, alla regolamentazione formale
della sede di appartenenza e alle modalita` di accesso alla stessa da parte dei
medici. E` , quindi, necessario che l'Istituto assicuri ai medici un adeguato trattamento
retributivo e tutte le garanzie giuridiche e pensionistiche che derivano da un regolare
contratto di lavoro. Nella presente proposta di legge si e` scelto come punto di riferimento 

il contratto di lavoro in convenzione che i medici del Servizio sanitario nazionale
(SSN) stipulano con le aziende sanitarie locali (ASL), percheŽ per alcuni aspetti
risulta simile al rapporto di lavoro previsto per i medici dell'INPS. Infatti una serie
di requisiti, quali il collegamento dell'attivita` svolta con i fini istituzionali dell'ente,
l'esclusivita` del rapporto di lavoro, il carattere continuativo e non episodico
della prestazione e la collocazione in subordine nell'organizzazione dell'ente,
noncheŽ il controllo che l'Istituto esercita sui medici, rendono il rapporto di lavoro
dei medici convenzionati con il SSN assimilabile a quello dei medici fiscali dell'INPS.
Il richiamo contenuto nella proposta di legge all'articolo 48 della legge 23 dicembre
1978, n. 833, intende essere un preciso riferimento di garanzia normativa ed economica
a favore dei medici dell'INPS, in quanto tale articolo prevede che i citati
presupposti contrattuali siano garantiti sull'intero territorio nazionale, ai medici
delle ASL, in seguito a convenzioni del tutto conformi agli accordi collettivi nazionali
stipulati tra il Governo e le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative
su base nazionale. Si auspica, per le ragioni esposte, 

la rapida approvazione della presente proposta di legge.


Atti Parlamentari - 2 - Camera dei Deputati - 6098
XIV LEGISLATURA - DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI - DOCUMENTI
PROPOSTA DI LEGGE

 

ART. 1.
1. L'Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS) garantisce al personale medico,
titolare di incarico per l'esecuzione di visite mediche, che risulta in servizio
presso lo stesso Istituto ai sensi del comma 1 dell'articolo 2 del decreto del Ministro
del lavoro e della previdenza sociale 18 aprile 1996, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
n. 99 del 29 aprile 1996, alla data di entrata in vigore della presente legge, il
trattamento normativo ed economico previsto per i medici del Servizio sanitario
nazionale convenzionati con le aziende sanitarie locali, ai sensi dell'articolo 48
della legge 23 dicembre 1978, n. 833.

ART. 2.
1. Il trattamento di cui all'articolo 1 decorre, ai fini giuridici e di anzianita` ,
dalla data di entrata in vigore della presente legge, e ai fini economici dalla data
di effettivo inizio di svolgimento delle funzioni.

ART. 3.
1. L'INPS provvede ad adottare le misure necessarie per l'attuazione delle disposizioni
della presente legge entro e non oltre trenta giorni dalla data di entrata in
vigore della medesima.

ART. 4.
1. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione
nella Gazzetta Ufficiale.


Atti Parlamentari - 3 - Camera dei Deputati - 6098
XIV LEGISLATURA - DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI - DOCUMENTI

XIV LEGISLATURA - Scheda lavori preparatori
Atto parlamentare: 6098
(Fase iter Camera: 1^ lettura)

CUSUMANO ed altri: "Disposizioni per il riconoscimento ai medici
fiscali dell'Istituto nazionale della previdenza sociale del
trattamento normativo ed economico previsto per i medici del
Servizio sanitario nazionale convenzionati con le aziende sanitarie
locali" (6098)

Stato iter:
Assegnato alla commissione XI Lavoro il 7 ottobre 2005

Avvertenze
Parte I: Documenti

Stampati Note Scheda lavori preparatori
C. 6098 Iniziativa parlamentare; presentato il 26 settembre 2005

Assegnato il 7 ottobre 2005 in sede Referente alla commissione XI
Lavoro Parere delle Commissioni I, V e XII