Sin.Me.Vi.Co

Sindacato Medici Visite di Controllo     							

      

torna all'  indice del sito

  torna alla sezione  informazioni

 

 

 

 

Roma, 08 ottobre 2018. Comunicato n°:  201

 

 

A tutti i medici di controllo INPS, iscritti e non iscritti al Sinmevico

ed alle Associazioni e Sindacati di categoria.

 

 

 

altro e ancora più grave tentativo di affossamento dei medici fiscali in corso

 

 

è conosciuta la convinzione storica di Sinmevico 

e di poche sole altre rappresentanze (vedi "punto della situazione al settembre 2018": http://www.sinmevico.it/infoeart_180922_199_situazione180922.htm )

che INPS, nella evidenza, voglia operare solo al ribasso e verso una riorganizzazione fortemente penalizzante per i medici fiscali

nei 4 punti fondamentali di compenso, stabilità, flessibilità e carico di lavoro

 

e che questo obiettivo stia venendo ricercato attraverso 

_ l'allontanamento delle rappresentanze sindacali congrue e quindi motivate agli interessi dei medici di controllo

_ lo spostameto della trattativa verso altre OOSS immesse in modo incongruo in questa trattativa, per ottenere interlocutori poco motivati 

o perfino collaborativi.

 

queste intenzioni INPS sono evidenti dalle proposte al ribasso effettuate, e dalle operazioni di esclusione delle rappresentanze scomode operate

(è presente perfino un ricorso INPS contro la sentenza del Giudice del lavoro per comportamento antisindacale, che conferma l'impianto descritto)

 

nuova, ulteriore, conferma di questo impianto, storicamente indicato da Sinmevico, è la notizia, presente oggi online, 

di un tentativo di smontaggio addirittura della base dell'attuale normativa che regola il rapporto dei medici fiscali con INPS, 

ovvero di un ulteriore attacco alle condizioni dei medici fiscali, che avverrebbe attraverso 

l'abrogazione del comma 12 art 5 DL 12 set 83 n 463 convertito con modificazioni nella legge 11 nov 83 n 683 

e comma 10 bis art 4 comma 10 bis DL 31 ago 2013 n 101.

 

e questa proposta sarebbe stata presentata, ancora in linea con quanto Sinmevico e pochi altri segnalano da sempre, 

proprio da quelle rappresentanze  sindacali incongrue e collaboranti di cui si è indicata ripetutamente la presenza

l'anomalia ed i rischi.

 

ripetiamo quindi, ancora, che è necessaria la massima attenzione perchè possa essere evitato lo sfacelo lavorativo 

che una pessima riorganizzazione, come quella che si dimostra voler essere attuata, produrrebbe per i medici fiscali.

 

le condizioni dei medici fiscali, diversamente da quanto si indica superficialmente, nei grandi numeri, è stata sempre modesta 

ed anche assai problematica per lunghi periodi,

con la conseguenza della frequente mal sostenibilità anche delle necessità sociali fondamentali.

un fatto reale, segnalato, indecoroso, sia per la categoria medica che per il nostro Paese.

 

indicare una condizione di privilegio nella medicina fiscale è parlare di casi isolati che non corrispondono alla generalità,

una realtà fatta invece di incertezze, ampia oscillazione lavorativa, vuoti di compenso, e con ogni tipo di spese e rischi a carico, 

compresi quelli stradali e di rapporto con la popolazione. certamente mai, nei più, nella sicurezza economica.

 

una situazione che ora si vuole peggiorare, in tutti i punti, come sopra elencato. 

 

segnaliamo inoltre che le riorganizzazioni in basso sono strategie economiche insensate, ampiamente oggi in crisi e sempre più criticate,

dato che, ormai da anni, stanno producendo solo recessione in ogni paese dove applicate;

e segnaliamo che condizioni penalizzanti la qualità lavorativa e le condizioni di vita dovrebbero essere in contrasto 

con i fini di una società evoluta e civile 

e che INPS dovrebbe essere uno dei maggiori rappresentanti e promotori di queste condizioni e obiettivi,

peraltro, come detto, fondamentali per la crescita di un Paese.

 

Sinmevico riporta questo nuovo grave evento per segnalare ancora una volta la reale situazione presente

e la necessità di essere molto attenti e partecipativi anche verso operazioni sindacali superficiali o illusorie, 

o, peggio, come oggi dimostrato, collusive, che si confermano esistere ed operare.

 

 

 

il direttivo Sinmevico