Sin.Me.Vi.Co

Sindacato Medici Visite di Controllo     							

      torna all'  indice del sito

  torna alla sezione  informazioni

  

 

 

Roma, 22 febbraio 2014. Comunicato n°:  136

 

A tutti i medici di controllo INPS, iscritti e non iscritti al Sinmevico.

 

Oggetto: relazione audizione Sinmevico presso XII Commissione Affari Sociali

in relazione alla indagine conoscitiva avviata da questa Commissione

sulla attuale situazione INPS-VMC-Medici incaricati

 

 

 

in data 20 febbraio 2014 si è tenuta l’audizione dei rappresentati Sindacali c/o la XII commissione Affari Sociali.

Oltre a Sinmevico sono stati presenti Anmefi, Anmi-Femepa, Simla, Sismla Comlas.

 

Concessa la parola ai partecipanti la dott. Sette (Anmefi) espone con dovizia di particolari la attuale situazione dei medici di controllo,

enfatizzando che la supposta riduzione di spesa da parte del’INPS ha portato di fatto ad un aumento della spesa per indennità di malattia

ed ad una drastica riduzione del carico di lavoro e quindi del reddito di 1400 medici che da anni si dedicano a questo settore.

 

Stornaiuolo (Sinmevico) ricorda che la riduzione/sospensione delle visite di controllo da parte dell’Inps, atto che appare ingiustificato o perlomeno inopportuno,

visto la obbligatorietà di effettuale questo servizio, ha portato ad un uso più ampio ed incongruo delle protezioni in caso di malattia da parte di alcune categorie,

come braccianti agricoli o aziende a conduzione familiare, favorendo assenteismo e lavoro nero che si traducono in un sicuro esborso economico da parte dell’Inps.

 

Relativamente alla situazione dei medici fiscali fa notare che, oltre al danno economico subito, non c’è stata alcuna tutela da parte dell' Istituto.

anche la rateizzazione dei contributi Enpam di fatto non ha portato alcun aiuto, stante la impossibilità materiale di moltissimi medici di pagare.

 

Simnevico continua che non rileva motivi di opposizione al Polo Unico, presentato dall’Inps come soluzione alla situazione attuale, purchè questo sia attuato

con le modalita' congrue alla situazione, e si ribadisce l’ improrogabilità di effettuare una verifica delle incompatibilità, come dettate dal vigente decreto,

in attesa di una ristrutturazione del rapporto di lavoro, che deve prevedere una sorta di convenzione con garanzie previdenziali.

 

Sinmevico conclude chiedendo l' applicazione corretta del presente decreto, auspicando le sue modifiche per il piu' completo rispetto dell' area di lavoro in oggetto

e la immediata revoca degli ultimi provvedimenti restrittivi attuati dall’INPS che hanno di fatto peggiorato una situazione gia' di ventennale precariato,

indegna di un paese civile.

 

La Femepa espone una accurata descrizione della differenza tra la prognosi clinica e medico-legale, valorizzando l’operato dell’Inps nell’aquisizione dei dati nosologici

e nella analisi sistematica della malattia con il recente processo di informatizzazione e data mining.

 

Zinno (Sismla) riferisce che le Asl da anni sono presenti sul territorio in modo capillare e che i medici che svolgono le visite di controllo sono sia strutturati che convenzionati.

 

Martelloni (Comlas) precisa che un eventuale polo unico debba prevedere una uniformità di modalità normative ed attuative.

 

Conclusa la prima fase delle relazioni, alcuni componenti della Commissione hanno posto domande volte ad una maggiore comprensione del problema,

ottenendo ampie ed esaurienti risposte dai rappresentanti sindacali, che hanno sottolineato tra l’altro che nel corso degli anni la gestione del servizio è sempre stata

deputata all' inps sia per quantità di certificati che per la scelta di quelli da sottoporre a controllo, ma che in una situazione di riduzione di spesa appare inconcepibile

il mancato recupero di quanto ottenibile dalla applicazione delle sanzioni.

 

Infine il Presidente della Commissione, nel ringraziare i partecipanti, prende atto che la attuale situazione ha determinato un grave danno per i medici fiscali

che hanno diritto ad una maggiore e migliore tutela, ed un danno alla società per tutti i risvolti descritti.

 

 

Dr. Eduardo Stornaiuolo, Sinmevico