Sin.Me.Vi.Co

Sindacato Medici Visite di Controllo     							

      torna all'  indice del sito

  torna alla sezione  informazioni

  

 

 

Roma, 18 giugno 2013. Comunicato n°:  118

 

 

A tutti i medici di controllo INPS, iscritti e non iscritti al Sinmevico.

Oggetto: Sospensione visite fiscali d’ufficio, incontro INPS - OOSS del 17 giugno 2013

 

 

 

Resoconto Sinmevico (Dr. Stornaiuolo):

 

in data 17 giugno 2013, si e' svolto, presso la Direzione Generale dell Istituto,

un incontro tra l’INPS, rappresentata dal Dr Luca Sabatini, Il Direttore Giulio Blandamura, il Prof. Massimo Piccioni

e le OOSS (FIMMG-INPS – SINMEVICO – Nidil CGIL - UIL – CISL),

avente come oggetto “discussione ed approfondimento in materia di criteri di individuazione dei medici cui affidare le visite fiscali”.

 

Dopo la richiesta che da parte dell’ Istituto venga stilato un breve resoconto della riunione, da consegnare ai partecipanti,

prende la parola il dr Sabatini dicendo che

 

l’INPS prevede di poter disporre fino al 31 dicembre 2013, in base alle attuali esigenze di bilancio, di circa 3.900.000 euro,

corrispondenti a circa 70.000 visite.

elenca poi alcuni parametri scelti dall’ Istituto su cui far partire la discussione sull' oggetto dell' incontro tra i quali

 

fasce di reddito percepito (dalle visite effettuate)

anzianità di servizio

disponibilità

imponibile percepito nei primi 5 mesi del 2013 (ancora da verificare).

 

e'  presente la possibilità di prendere visione di tabulati.

 

dura ed unanime la condanna della discussione proposta che vuole discriminare i medici VMC tra di loro

e che di fatto non puo' apportare alcun beneficio sostanziale.


La FIMMG-INPS comunica all’ ENTE la impossibilità di individuare criteri per la assegnazione delle circa 70000 visite d’ufficio previste,

e propone di lasciare all’ INPS tale scelta che sara' operata secondo i nuovi criteri imposti dal data mining e da SAVIO.

 

Il Sinmevico chiede la verifica delle incompatibilità come dettate dal DM di riferimento,

quindi puntualizza diversi punti relativi ancora alla inaccettabilita' e impossibilita' di un criterio di assegnazione speciale

per il ristretto numero di visite attualmente presente.

La FIMMG-INPS ha quindi richiesto l’apertura di un tavolo tecnico per il rinnovo del Decreto che dia stabilità ai medici di controllo INPS

e che venga eliminatala clausola delle 40 visite di media mensili per il contributo alla formazione di 500 euro

che i medici dovranno percepire dal 31 gennaio 2014.

Dopo una breve sospensione per riferire al Direttore generale l’andamento della trattativa, viene riferito alle OOSS

che forse già da domani si potrebbe iniziare a distribuire le visite col data mining, ovvero sulla base della spesa storica

e del budget del territorio (regione provincia sede).

 

Vista la necessità di una revisione totale della materia, ed in vista della attivazione del polo unico di medicina fiscale,

i convenuti si accordano per rivedersi in tempi brevi.

 

 

 

 

note (Coord Sinmevico):

 

si tratta di un sostanziale nulla di fatto,

con l Istituto che continua nella sue intenzioni senza variazioni.

 

l' INPS persiste nella squalifica delle VMC, come sono state effettuate fino ad ora,

e nella valutazione positiva dei sistemi di selezione computerizzata e ridotta dei controlli,

che invece resta ancora tutta da dimostrare nella sua validita'.

persiste soprattutto nel calcolare l efficacia dei controlli in base alle variazioni di prognosi

piuttosto che dalla rilevazione degli effetti che si avrebbero in caso di assenza del controllo o di controllo ridotto.

 

l Istituto persiste naturalmente anche a voler a operare riduzioni di spesa su elementi occupazionali di base che non dovrebbero essere toccati

e a ragionare in termini di contrazione dei spesa collegati alla discutibile teoria del "pareggio di bilancio"

che resta estremamente discutibile dato che ad ogni riduzione di denaro circolante corrisponde riduzione di possibilita di creazione di attivita economica.

 

risulta cosi necessario continuare a contestare le posizioni INPS.

 

le azioni significative che emergono sono:

1, azione politica finalizzata alla tutela del servizio e dei medici operanti,

2, azione politica finalizzata alla creazione di un adeguato polo unico per le VMC

3, azione legale