Sin.Me.Vi.Co

Sindacato Medici Visite di Controllo     							

      torna all'  indice del sito

  torna alla sezione  informazioni

  

 

 

Roma, 23 dicembre 2010. Comunicato n°:  87

 

 

A tutti i medici di controllo INPS, iscritti e non iscritti al Sinmevico.

Oggetto: Esito Ricorso 18 novembre 2009

 

 

Si comunica che in data  13.12.2010 il Sin.Me.Vi.Co. ha ricevuto copia della attesa Sentenza relativa al ricorso depositato il 18 novembre 2009 

in merito ai danni conseguenti alla applicazione della circolare interpretativa 86 del 12.09.2008 dell’INPS, 

collegata al decreto del Ministero del Lavoro 8.08.2008.

 

Il Giudice ha riconosciuto la sussistenza sia della giurisdizione del Giudice Ordinario sia della competenza del Tribunale del lavoro, 

attribuzioni negate dalla controparte; ha riconosciuto al Sindacato una posizione di vantaggio in fase di decretazione 

che ha consentito l’emanazione del Decreto 08.05.08. 

Pur tuttavia ha pronunciato la sentenza dichiarando il ricorso inamissibile.

 

Le motivazioni di tale pronunciamento si poggiano, secondo il giudice, sui seguenti fatti, sintetizzati per brevità di esposizione:

-         Il Sindacato non è titolare del rapporto sostanziale in esame, ma lo sono solo i singoli medici.

-         Nonostante rientri nello statuto la tutela degli interessi dei medici che effettuano le visite fiscali, la titolarità del diritto è dei singoli medici, 

          che non hanno dato mandato specifico al Sindacato per la tutela dei diritti specifici per quanto interessato dalla circolare 86 e dal DM.

-         Manca la prova documentale del danno subito dal singolo medico interessato in conseguenza della applicazione della circolare.

 

Qualora si volesse replicare alle motivazioni della sentenza e affrontare una nuova azione legale si dovrà personalizzare la motivazione del ricorso 

con i nominativi di alcuni medici delle liste incaricati dall’INPS ad effettuare le visite di controllo domiciliare.

 

Il Sindacato ha ritenuto doveroso informare tutti i medici delle Liste INPS e dare ufficialmente una risposta a tutti i colleghi che hanno chiesto notizie 

relative al procedimento avviato.

 

Si invitano i colleghi iscritti ad esprimere opinioni e disponibilità per valutare l’opportunità di avviare ogni altra azione utile in difesa 

dei diritti riconosciuti per Decreto.

 

 

La Segreteria.