Sin.Me.Vi.Co

Sindacato Medici Visite di Controllo     							

      torna all'  indice del sito

  torna alla sezione  informazioni

  

 

 

Roma, 8 feb 2010. Comunicato n: 77

 

 

A tutti i medici di controllo INPS, iscritti e non iscritti al Sinmevico.

Oggetto:  Visite mediche di controllo, disagi ed attese.

 

 

Alla vigilia della riorganizzazione della medicina legale e fiscale da parte dell' INPS, il Sinmevico ritiene doveroso verso i propri iscritti, 

ma anche verso tutti i medici di controllo, rendere note le motivazioni dei disagi e delle criticita' sopportate nel corso degli ultimi periodi.

La lenta e costante caduta delle visite di controllo, su tutto il territorio nazionale, e' dovuta alla "esigenza istituzionale" ritenuta priorItaria dall' Istituto,

di contrastare le frodi in materia di invalidita' civile, istituendo commissioni interne di verifica, formate esclusivamente da medici legali dipendenti;

sollevandoli, fra l'altro, dal compito anch' esso istituzionale, di visionare i certificati di malattia per i controlli domiciliari.

A questa esigenza ha fatto seguito la riduzione di personale amminstrativo, per pensionamento, aggravando la gia' precaria situazione per l' Istituto e per i medici delle Liste.

 

Nonostante tale evidenza, il Sinmevico ha sempre esercitato la sua vigorosa azione, sollecitando ed invitando la Direzione Centrale 

ed il Coordinamento Medico Legale Generale ad abbandonare lo sconcertante atteggiamento passivo e l' immobilismo burocratico, 

per ripristinare la normalita' nel settore delle visite di controllo.

La mancata risposta a tale sollecitazione ha indotto questo sindacato alla azione legale tutt' ora in corso.

L' azione del Sinmevico ha prodotto, da parte del Coordinatore Medico Legale Generale, un messaggio ai Dirigenti Medici e per conoscenza ai Direttoti Regionali

ed ai Direttori di Sede, datato 14 dic. '09, con il quale "si raccomanda di adempiere alla attivita' di cui all' oggetto con puntualita' e continuita'. Si rammenta che 

l'espletamento dei compiti del medico legale INPS in materia costituisce obbligo di servizio" ( * ).

 

Questa situazione, purtroppo, e' determinata a persistere per qualche mese ancora, dato che con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, del 30 mar 2007, 

e' stato deciso il trasferimento delle competenze in materia economica dal Ministero delle Finanze all' INPS, per le invalidita' civili.

Inoltre il Decreto Legge 78, del 01 lug. 2009, con l'Art 20, che rende valido il contrasto alle frodi in materia di invalidita' civile,

stabilisce che a decorrere dal 1 gen 2010 le commissioni mediche delle ASL siano integrate da un medico dell' INPS, quale componente effettivo.

 

Se da una parte il ripristino della normale attivita' di controllo suggerisce una ulteriore dose di "benevola attesa", dall' altra il Sinmevico e' in grado di 

confermare la continuita', la stabilita' e la certezza del lavoro. Tale conferma si desume dal messaggio prima accennato.

 

E non e' un caso che il modulo distribuito a tutti i medici delle Liste, oltre alla ricognizione di sussistenza o non di incompatibilita', chieda al professionista di indicare

la o le fasce di operabilita'. 

 

 

Cordialmente,                                                                    

Il Presidente Ignazio Casciana.                                              

                         

*  Si precisa che l' azione del Sinmevico e' stata conseguente alla richiesta della FIMMG del 14 12 2009,

tenuto conto della mancata attuazione del messaggio del Coordinamento Medico Legale Generale, alla data del 8 feb 2010.