Sin.Me.Vi.Co

Sindacato Medici Visite di Controllo     							

      torna all'  indice del sito

  torna alla sezione  informazioni

  

 

 

Roma, 12 ottobre 2008. Comunicato n: 65

 

Oggetto:

Incontro INPS - Sinmevico - altri Sindacati.

 

 

 

In data 9 ottobre 2008,

presso la Direzione Generale INPS, a Roma,

si e' svolto l'incontro INPS - Rappresentanze Sindacali, menzionato nella nostra comunicazione 64.

 

Tutte le Rappresentanze Sindacali presenti sono state sostanzialmente concordi

nelle osservazioni da effettuare sulla Circolare INPS 86, finalizzata a direttive guida ed operative

circa il presente "Decreto Ponte".

 

Le osservazione espresse dalle Rappresentanze Sindacali sono state essenzialmente relative

 

_ alla definizione di un "numero massimo", circa la quantita' di visite da effettuare, presente nella Circolare INPS,

al posto del "numero di riferimento", presente nel "Decreto Ponte",

con il conseguente stravolgimento dei significati e le conseguenti anomalie prodotte,

tra le quali le principali sono

la congruita' teorica della erogazione anche di una sola visita,

la anomala necessita' di incrementare il numero dei medici di controllo

in caso di temporanei incrementi di richiesta dovuti ad esempio alle influenze invernali,

nel qual caso si avrebbe poi il crollo del numero di visite pro capite al termine del periodo di aumentata richiesta stagionale,

e la impossibilita' di sopperire ad eventuali occasionali richieste di poco superiori allo standard.

 

_ al rimborso per l' aggiornamento professionale, previsto nel Decreto forfettariamente,

cioe' senza condizioni, certamente in conseguenza del fatto che il medico e'  tenuto comunque al suo iter ECM,

che viene modificato strutturalmente dalla Circolare 86

attraverso l' inserimento di un obbligo di aggiornamento per una parte nella medicina fiscale

(di cui l'INPS dovrebbe eventualmente curare la presenza di sessioni),

disponendo di subordinare la parte che resterebbe libera dell'aggiornamento ad una serie di lunghe limitazioni,

peraltro incongrue, essendo comprensive addirittura di aree come la patologia clinica, la farmacologia, la geriatria, la radiologia

ecc, evidenti pilastri fondamentali per ogni medico, di qualsiasi specialita'

ed anche disponendo di subordinare il tutto anche al raggiungimento del numero minimo di 40 visite di controllo effettuate al mese,

quando la Circolare 86 opera in modo da innescare anche il rischio di non poter nemmeno raggiungere tale numero.

 

_ ai pasticci presenti nel Decreto Ponte circa i rimborsi chilometrici

che si sono inevitabilmente ritrovati, ancora piu' complicati, nella Circolare 86.

 

Ad ogni modo il Dr. Golino, Direttore Centrale Direzione Generale Prestazioni a sostegno del Reddito,

sollecitato dalle richieste del Sindacati e presente nell' incontro in questione, oltre che con questa convocazione,

si e' dimostrato sensibile al raggiungimento di un perfezionamento delle intese ed al problema,

ha dimostrato attenzione circa la necessita' del raggiungimento di un numero congruo di visite per ciascun medico

ed ha invitato alla definizione di una sintesi comune delle osservazioni fatte in merito alla Circolare 86,

facendo cosi' intendere una possibilita' di una fase successiva di perfezionamento dei punti in discussione.

 

Su questa base l'incontro e' terminato.

Restiamo evidentemente attivi per tutte le importanti necessita' in corso

auspicando una continuazione della disponibilita' dimostrata da parte del Dr. Golino e dell' Istituto

per il raggiungimento di una intesa capace di produrre i migliori risultati,

sia per l'Istituto che per i Medici di Controllo e per il Servizio.

 

 

 

Il Direttivo Sinmevico.