Sin.Me.Vi.Co

Sindacato Medici Visite di Controllo     							

      torna all'  indice del sito

  torna alla sezione  informazioni

  

 

 

Comunicato 15, del 31 maggio 2007.

 

"La goccia costante buca il sasso".

 

Il SINMEVICO ha da sempre lavorato con prudenza e tenacia nei confronti delle Istituzioni 

evitando di fornire ai propri iscritti notizie “avventate”. 

Il silenzio, a volte, irrita gli animi e rende meno tollerabile l’attesa della soluzione 

di problematiche che si protraggono da oltre tre anni. 

Pazienza e fiducia il Sindacato ha chiesto ai suoi Iscritti attraverso un comunicato 

con il quale si dava notizia di un incontro con il Coordinatore Nazionale Medico Legale dell’INPS, 

durante il quale si percepiva la possibilità di poter raggiungere il rinnovo del D.M. 2000/2004 

con una possibile “Simil Convenzione” correlata alla determinazione del CDA dell’Istituto. 

E’ seguita una inattesa latitanza da parte dell’ Ente. 

Alcuni colleghi, invece, poiché la lunga attesa pesava, hanno scelto di balzare dalla trave su un travicello

 – al buon intenditor – questi hanno visto raddoppiata l’attesa in modo particolare da quando 

hanno proposto di responsabilizzare gli Ordini Professionali Provinciali dei medici di tutta Italia. 

Abbiamo sempre apprezzato iniziative, suggerimenti, consigli, critiche costruttive e non

e ne abbiamo, anche se in silenzio, condiviso le motivazioni. 

In ordine sparso si può andare solo a fare un fine settimana lamentoso. 

Abbiamo sempre invitato i nostri Iscritti e gli altri medici delle liste a rafforzare il sindacato, 

chiedendo loro di proporsi come rappresentanti locali, provinciali, regionali o Coordinatori d’area 

perché abbiamo previsto una interessante evoluzione del servizio, non solo di controllo ma anche 

in altri settori di rilevante importanza e stabilità professionale. Solo pochi hanno risposto; 

a che vale lamentarsi quando, poi, si rimane fuori da certi circuiti ? 

E’ necessario e doveroso riorganizzare e coordinare in modo globale il Sindacato con incarichi 

funzionali che impegnano il soggetto per poco tempo e mantenere i collegamenti tra i Coordinatori 

di area. 

“La goccia costante buca il sasso”; finalmente possiamo affermare gli effetti positivi della tenacia 

e della costanza per cui il Sinmevico ha portato attorno ad tavolo tecnico Sindacati e FenomCeo. 

Il 30 maggio 2007 dopo reiterate e insistenti richieste, abbiamo ottenuto dalla Federazione 

un incontro collegiale per conoscere l’orientamento sulla bozza di Decreto dell’INPS 

già fermamente respinto da noi e per due volte anche dal Ministero del Lavoro. 

La Federazione non poteva esprimere alcun parere sui contenuti e sulla normativa indicata dall’Istituto

senza prima conoscere le richieste e le proposte dei Sindacati. 

Abbiamo riscontrato la massima disponibilità della Federazione, rappresentata dal Presidente Dr. Bianco,

dal Dott. Bugli Direttore e dal Dr. Benato Delegato alla trattativa con le Istituzioni, l’Ente ed i Sindacati. 

La Federazione ha mostrato ampia predisposizione alle ipotesi di rapporto di lavoro tra l’INPS 

e i medici delle Liste, proponendo due canali per la soluzione del rinnovo dei Decreti. 

Un canale riguarda il mantenimento della natura libero Professionale del rapporto, 

l’altro di natura convenzionale a rapporto di lavoro ad ore (36 ore settimanali); 

tali proposte hanno trovato buona accoglienza da parte della Federazione a cui il Sinmevico 

ha comunicato che una proposta simile è stata enunciata al primo Forum Nazionale a Roma, 

Palazzo Barberini, il 23 maggio 2003. 

Allora la proposta è decaduta per indisponibilità di fondi di chiarata dall’INPS. 

Anche oggi però la disponibilità di fondi da parte dell’INPS a copertura finanziaria del rapporto 

a convenzione oraria potrebbe ripresentarsi. 

La Federazione potrà sostenere le due richieste con il consenso e la disponibilità del Ministero del Lavoro.

Si potrebbe così concludere la lunga attesa seguendo un nuovo percorso sotto il segno di una auspicata

riforma attraverso un accordo equo, concertato e condiviso, caratterizzato da premesse e fondamenti 

che ne garantiscono la continuità nel tempo. 

A tal fine chiediamo a tutti i colleghi delle liste di farci conoscere via e-mail o via fax le preferenze 

di scelta. 

Auguriamo essere, questa, una scelta positiva, ritenendo anche di avere risposto comunque 

a tutti quei colleghi che con motivazioni diverse hanno espresso giudizi poco consoni all’impegno 

del Sindacato. Ad alcuni colleghi diciamo che gli “attributi” nel Sinmevico ce li abbiamo 

e sono molto consistenti.

Cordiali saluti  

                                                                  Il Presidente                   

                                                      Dr. Ignazio Casciana