Sin.Me.Vi.Co

Sindacato Medici Visiste di Controllo     							

       torna all'  indice del sito

  torna alla sezione  informazioni

  

 

 

Roma lì, 03 07 '05

Comunicato su:  Chiarimenti sulle incompatibilità  dei medici di controllo.

 

 

D.M. 18.4.1986 ART.6 comma C: non viene conferito l’ incarico al medico che svolga

attività di guardia medica e di medicina dei servizi, compresa quella di sostituzione.

Lo svolgimento l’ attività di sostituzione determina l’ incompatibilità per il periodo di durata

della sostituzione stessa che comunque non potrà superare i 60 giorni.

 

D:M: 08.11.2000 art 5 comma b: non sarà conferibile l’incarico al medico

che si trovi in una qualsiasi posizione non compatibile per specifiche norme di legge,

regolamentari o di contratto di lavoro.

 

Circolare INPS – n 199 del 13.11.2001 - 3

Alla lettera B del p. 4 della circolare n 4 dell’ 8.01.2001, tra le attività che,

a titolo meramente esplicativo e salvo verifica, dovrebbero risultare compatibili

con l’incarico di medico di controllo, è stata indicata quella della guardia medica,

che risulta compatibile con l’incarico di cui trattasi se svolta presso presidi ASL

non coincidenti con l’ambito territoriale della sede. Analoghi criteri sono ovviamente

applicabili anche per le altre attività che i medici interessati svolgono presso le ASL

(ad es. attività di medico di medicina generale) per le quali sono richiamate dalla normativa

in atto, analoghe limitazioni territoriali delle compatibilità.

Sull’ argomento si chiarisce comunque che l’ INCOMPATIBILITA’ è limitata all’ambito

territoriale in cui le due attività risultano coincidenti, per cui le ASL dovranno precisare,

anche per il tramite dei medici interessati che produrranno apposita dichiarazione 

delle ASL stesse, in quale ambito (più comuni, un solo comune ovvero ambito 

sub comunale) il medico può esercitare l’attività ASL.

 

Il presidente,

Dr. Ignazio Casciana