Sin.Me.Vi.Co

Sindacato Medici Visite di Controllo     							

       

   elementi della trattativa. pagina di ingresso

 

  1,  medicina fiscale: ruolo, creazione, norme

  2,  medici fiscali: situazione attuale

  3,  il reale compenso in corso dei medici fiscali

  4,  risultati del servizio

  5,  differenze con la medicina delle invaliditā

  6,  indicazioni governative

  7,  necessitā presentate dall' Istituto

  8,  situazione generale in corso e necessitā fondamentali conseguenti    aggiornato 28 giugno

  9,  differenze tra la normativa in corso e le eventuali modifiche

10,  caratteristiche del servizio e della normativa della medicina fiscale e necessitā conseguenti

11,  variazioni determinate da un possibile rapporto ad ore

12,  le posizioni delle OOSS

13,  OOSS, criteri di rappresentativitā

14,  necessitā fondamentali in caso di variazione della normativa    aggiornato 22 giugno

15,  possibile accordo in caso di necessitā di variazione della normativa  (nota preliminare)

 

torna alla  prima pagina

 

 

 

 

elementi fondamentali nella trattativa INPS-OOS 2019

per la riorganizzazione del rapporto tra Istituto e medici fiscali

 

2,  medici fiscali: situazione attuale

 

 

 

 

i medici fiscali sono giā stabilizzati

(liste speciali e liste in esaurimento, Art 1 DM 12 ott. 2000, Legge 125 2013, riforma Madia, DL 75/2017)

e con un sistema normativo adeguatamente progettato, che, se correttamente applicato,

garantisce (punti fondamentali):

1, rischio di variazione normativa inferiore rispetto agli altri rapporti attualmete possibili

2, stabilitā

3, equo compenso

4, carico di lavoro

5, flessibilitā (tecnicamente necessaria per questo tipo di attivitā)

6, assenza di limite di etā pensionabile

   (necessaria per compensare le carenze nella pensionistica indotte dalla non corretta applicazione delle norme previste)

 

ogni variazione normativa č possibile, ma

l'attuale normativa presenta caratteristiche di protezione e di rischio di variazione normativa

di ordine molto migliore a quelle con cui attualmente potrebbe essere sostituita.

 

una riorganizzazione diversa

(se non si trattasse di una convenzione equivalente alla attuale specialistica ambulatoriale, cosa altamente improbabile)

risulterebbe penalizzante su tutti i punti caratterizzanti la situazione attuale e sopra riportati.